3 motivi per cui i tuoi pazienti ti scelgono

Vi siete mai chiesti che cosa cerca un paziente nella categoria dentisti?

 

Indipendentemente da voi e dal vostro studio, quali benefici si aspetta di ricevere un paziente quando entra, si presenta in segreteria e si siede sulla poltrona?

Se il paziente ricerca un determinato beneficio, come fate ad essere sicuri che voi sarete in grado di darglielo?

Possibilmente dovrebbe essere un beneficio che possedete solo voi e che solo voi siete in grado di erogare in quel modo.

Spesso sentiamo parlare di qualità come un beneficio offerto ai pazienti e che dovrebbe rappresentare un criterio di scelta per le persone. Ma la domanda è questa: pensate che ci sia uno studio che ha come punto di forza differenziante il fatto che non offre qualità? Tutti offrono qualità e se tutti la offrono allora non è più un beneficio per il paziente ma un semplice prerequisito che verrà dato per scontato.

C’è un modo per scoprire almeno tre attributi che i pazienti in generale e i nostri pazienti in particolare richiedono da uno studio dentistico? Il modo c’è ed è anche molto semplice: basta chiedere! Si scelgono alcuni pazienti e alcuni non pazienti e si intervistano chiedendo loro quali sono i benefici che si aspettano dal dentista in generale e dal nostro studio in particolare.

Nello studio Rossini Odontoiatri i pazienti cercano la sicurezza di una diagnosi certa offerta da una famiglia che costituisce un team di esperti nei vari campi dell’odontoiatria. È il primo attributo seguito dal fatto che per i pazienti il dentista non deve sembrare un dentista, attributo nel quale ritorna ancora l’idea di una famiglia di persone che si occupa di salute. Solo se sappiamo quali sono gli attributi che le persone cercano possiamo capire quali possediamo e quali dovremmo possedere per venire incontro alle esigenze delle persone che entrano nel nostro studio.

Michele Rossini

Resta aggiornato!
Iscriviti al blog di YouniquePRO per ricevere ogni settimana un nuovo articolo utile per la tua impresa in odontoiatria.

Post a comment